Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10419/159249
Authors: 
Scarani, Claudia
Year of Publication: 
2001
Series/Report no.: 
Quaderni - Working Paper DSE 408
Abstract: 
Il metodo dei minimi quadrati viene spesso utilizzato come criterio di approssimazione per scegliere una particolare soluzione di problemi molto diversi fra loro. Spesso ciò che interessa non è un insieme di numeri che risolva il problema, ma una soluzione che presenti caratteristiche che soddisfano alcuni vincoli addizionali rispetto ai dati assegnati. In questo lavoro si propone, come esempio, un problema di stima di un modello economico dei consumi italiani e americani. I dati trimestrali sono relativi al periodo storico 1976.1-1999.2. Le variabili esplicative utilizzate sono: consumi del periodo precedente, reddito disponibile e indice di borsa. Sono stati effettuati confronti fra le stime di minimi quadrati e stime mediante due metodi di regolarizzazione. Quest'ultimo approccio sembra fornire risultati che meglio si adeguano alla realtà economica. Una attenzione particolare è stata rivolta agli aspetti numerici del problema della regolarizzazione e alla implementazione di due algoritmi per la valutazione tradizionale e approssimata del parametro regolarizzante.
Persistent Identifier of the first edition: 
Creative Commons License: 
https://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/
Document Type: 
Working Paper

Files in This Item:
File
Size
131.33 kB





Items in EconStor are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.