Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10419/159067
Authors: 
Zamagni, Stefano
Year of Publication: 
1995
Series/Report no.: 
Quaderni - Working Paper DSE 224
Abstract: 
Il saggio svolge un'analisi critica della versione individualista della dottrina liberale dei diritti, a partire dalla considerazione delle conseguenze che discendono dalla negazione del concetto di bene comune. Viene poi esaminata la debolezza della teoria neocontrattualista a fornire un soddisfacente fondamento per una teoria dei diritti. L'argomento giunge alla conclusione che la dottrina liberal-personalista rappresenta una valida alternativa a quella liberal-individualista, soprattutto in vista delle applicazioni ad un ambito di studio come quello dell'economia politica.
Persistent Identifier of the first edition: 
Creative Commons License: 
https://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/
Document Type: 
Working Paper

Files in This Item:
File
Size
2.53 MB





Items in EconStor are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.