Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/10419/159045
Authors: 
D'Adda, Carlo
Salituro, Bruno
Year of Publication: 
1994
Series/Report no.: 
Quaderni - Working Paper DSE 202
Abstract: 
Scopo di questo articolo è offrire una valutazione generale del ruolo delle politiche economiche nel processo di crescita dell'economia italiana. L'esame di dati macroeconomici su un arco temporale di quasi quarant'anni rivela che non è possibile segnalare particolari insufficienze della politica economica: l'evoluzione dell'economia italiana ricalca, oltretutto con un passo più rapido, gli andamenti delle maggiori economie europee. Non si può quindi escludere un giudizio secondo il quale, in generale, le politiche economiche sono state adeguate a consentire il recupero del ritardo e la profonda trasformazione dell'economia italiana. Si pone il problema di spiegare la discrepanza tra le valutazioni spesso negative delle singole politiche (monetarie, fiscali, industriali) e il comportamento aggregato dell'economia italiana che appare in un confronto comparativo più che soddisfacente. In questo contesto appare essenziale valutare se sia stato l'enorme accumulo di debito pubblico il fattore che ha reso coerenti comportamenti sociali ed economici fra loro incompatibili, spostando l'onere dell'aggiustamento sulle generazioni future.
Persistent Identifier of the first edition: 
Creative Commons License: 
https://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/
Document Type: 
Working Paper

Files in This Item:
File
Size
199.66 kB





Items in EconStor are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.